You are here

Delegations News

Delegazione Malta - riunione conviviale

27 March 2024, Valletta

  • La tavola medievale
  • i neo accademici insieme alla delegata Massimiliana Tomaselli
  • Il menu; la soppa de fascioli
  • l'entremet musicale

L’ampia sala del ristorante Undercroft, con le sue scenografiche arcate, è stata teatro della celebrazione del “ Dantedì” a Malta. L’evento, che si è svolto col patrocinio dell’ambasciata d’Italia a Malta e in collaborazione con Fondazione Italiani.it e Costantino Films, è stato dedicato a Durante degli Alighieri, detto Dante, e al periodo in cui visse. Insieme alla riconosciuta grandezza del Sommo Poeta è emersa l’insolita immagine di un Dante poco incline ai piaceri della tavola che, novello “nutrizionista” trecentesco, punisce coloro che si macchiano del peccato capitale della gola, mettendoli all’Inferno. Il menu proposto per la serata è stato autenticamente medievale sia nella preparazione dei piatti scelti da ricettari dell’epoca, resi gradevoli al palato da un sapiente uso delle spezie, sia nel rigido ordine della loro presentazione, come richiesto dalla scienza medica del tempo, che nell’essere rigorosamente di “magro”, nell’osservanza delle consuetudini liturgiche del periodo quaresimale. Per contrasto, la tavola è stata approntata in modo sontuoso. Ad allietare gli ospiti non è mancato neppure l’entremet, una singolare interpretazione di musica medievale eseguita da Accademici in costumi d’epoca generosamente contribuiti dall’Associazione “Il Mastrogiurato” di Lanciano. La serata si è conclusa con il conferimento del titolo di accademico a quattro “postulantes”, risultati più che meritevoli di ricevere le insegne accademiche, in una sentita cerimonia e fra gli applausi di oltre sessanta convitati.

Delegazione Chieti - riunione conviviale

26 March 2024, Chieti

  • L'intervento di Mimmo D'Alessio
  • La premiazione della brigata di sala e di cucina
  • I Cantori della Passione

Alla vigilia del triduo pasquale, la Delegazione di Chieti, guidata dal Delegato Nicola D'Auria, torna alle origini della tavola della festa religiosa di primavera per eccellenza. Grazie alla cura del vice Presidente vicario e Delegato onorario Mimmo D'Alessio, Simposiarca d'eccezione, e alla dotta consulenza e all'accompagnamento in corso di conviviale di don Claudio Pellegrini, arciprete parroco della parrocchia della SS. Trinità a Chieti, è stata proposta la cena giudaica prescritta dal libro dell'Esodo per la celebrazione della Pasqua ebraica, con una piccola integrazione di tipicità abruzzese che ha dato alla serata una gioiosa intonazione locale. I piatti serviti, realizzati magistralmente da Patrizia Marinucci, cuoca e proprietaria del "Capsicum", in pieno centro storico, hanno scandito le tappe del menu che fu anche alla base dell'ultima cena di Gesù prima della passione. Gli azzimi tradizionali, accompagnati dalle erbe amare e dall'agnello cotto rigorosamente sulla brace, come prescrivono le norme kosher, si sono accompagnati ad altri piatti della tradizione giudaica, ma che non fanno parte strettamente della cena pasquale, come il carciofo alla giudìa o l'uovo sodo, che ha una forte simbologia religiosa. Come segni abruzzesi tipici della Settimana Santa, il baccalà in pastella, la pizza scima, simile al pane azzimo ma che prevede in aggiunta sale e olio di oliva e il vino Montepulciano. In chiusura del convivio di grande interesse culturale e di gusto particolarmente curioso, si sono esibiti i cantori della "Passione" con i canti tipici abruzzesi dedicati alle ultime ore di Cristo.

Delegazione Singapore-Malaysia-Indonesia - riunione conviviale

26 March 2024, Singapore

La riunione conviviale culturale del mese di marzo si è svolta presso il ristorante OSO ed è stata un “Omaggio a Ugo Tognazzi”, grande attore diventato simbolo dell’artista-buongustaio che amava mettersi ai fornelli e stupire i suoi commensali. L’idea originale di dedicare il convivio alla cucina di Ugo Tognazzi prima a Lugano e poi a Singapore, è stata di Alberto Martinelli ex vice Delegato a Singapore ed ora Accademico a Lugano. Alberto, in veste di “Simposiarca ospite” ha intrattenuto gli ospiti con molti aneddoti riguardanti l’attore  ed il suo gioioso rapporto con la cucina. Ugo Tognazzi è peraltro stato Accademico della Delegazione di Roma.  Lo chef Diego Chiarini ha dato un grande contributo al successo della serata riuscendo a trasformare la cena in un “capolavoro cinematografico”. Ugo era come “presente” attraverso i suoi piatti raffinati e creativi replicati con cura: tartine di caccia, minestrone genovese, farfalle fuxia, filetto in rosa, sono solo alcuni esempi di un percorso gastronomico che, insieme a buoni vini, ha deliziato tutti gli ospiti. La serata, svoltasi in un clima di allegra convivialità, è terminata con una dolce nota: il panettone allo zabaione, tanto amato dall’attore.

Delegazione Svizzera Italiana - riunione conviviale

26 March 2024, Lugano

  • il menu
  • I piatti
  • Il Simposiarca e Consultore Francesco Cerea
  • (al centro da sinistra) Il Delegato Emilio Casati, lo Chef Dario Ranza e il Simposiarca Cerea con la brigata di cucina e di sala.

La prima riunione conviviale del 2024, dedicata alla cultura, si è svolta come ormai da tradizione presso l’iconico ristorante "Ciani Lugano", nel parco della città affacciata sul Lago Ceresio. Lo speciale convivio ha fatto rivivere a tutti gli Accademici e ai loro ospiti un'esperienza unica, ossia quella di tornare indietro nei secoli, assaporando delle pietanze tratte da antiche ricette, rivisitate dallo chef Ranza, portando a riscoprire la civiltà della tavola sabauda, sia dal punto di vista gastronomico ed enologico, sia da quello musicale grazie ai selezionati brani dei compositori che suonarono proprio alla corte ducale. Ogni piatto appositamente scelto ha avuto un commento storico, arricchito da leggende e da curiosi aneddoti, tutti brillantemente illustrati dal Simposiarca della serata Francesco Cerea, docente universitario e consultore della Delegazione della Svizzera Italiana. Il menu proposto, grazie alla maestria dello chef Dario Ranza, Premio Giovanni Nuvoletti 2020, ha saputo riportare, con l’ausilio delle melodie d’epoca, tutti i convitati ai fasti della Corte torinese d’antico regime. Alla cena hanno partecipato 45 ospiti, tutti entusiasti della qualità gastronomica offerta e della peculiare esperienza culturale vissuta.

Delegazione Ragusa - riunione conviviale

24 March 2024, Santa Croce Camerina

La Delegazione di Ragusa celebra gli auguri pasquali con un pranzo di magro. La Domenica delle Palme è stata l'occasione per visitare un nuovo locale che ha fatto del pesce la sua caratteristica principale. "Jazz" a Santa Croce Camerina, a pochi passi dal mare, è il locale dove lo chef Guarino e la giovane moglie accolgono gli ospiti. Menù a base di crudi freschissimi, tartare, fasolari e ostriche gillardeau. Tagliatelle di seppia, baccalà e polpo. Dentice arrosto e un dolce molto apprezzato. Grande soddisfazione da parte di tutti gli Accademici, espressa da una votazione molto alta. Al termine i consueti auguri di Pasqua.

Delegazione Biella - visita e degustazione

23 March 2024, Cossato

  • a Delegata Marialuisa Bertotto e il titolare dell'azienda agricola Umberto Scopel
  • i piatti della degustazione

La Delegazione ha dedicato un pomeriggio alla visita di un'azienda agricola artigianale produttrice di salumi, “La Bruera”, situata nella Riserva Naturale della baraggia di Candelo, alle porte di Biella. Il nome “bruera” deriva dalla presenza di brugo che nasce spontaneo in questo ambiente che ricorda la brughiera o la savana africana. Gli Accademici sono stati accolti dal titolare, Umberto Scopel, che ha raccontato loro la nascita dell'attività e ha mostrato l'azienda iniziando dagli animali allevati, tutti nutriti esclusivamente con le granaglie coltivate in proprio. La carne dei maiali viene utilizzata per produrre diversi tipi di insaccati. Infatti l'ultima tappa della visita è stata il reparto di produzione dei salami per i quali vengono utilizzati esclusivamente budelli naturali, mentre farine, conservanti ed allergeni sono rigorosamente banditi. La giornata è terminata con una ricca degustazione dei prodotti, eccellenze del territorio, per i quali l'azienda è nota.  Gli Accademici hanno potuto constatare la bontà e la genuinità di questi salumi accompagnati dai vini di un produttore della zona.

Delegazione Messina - riunione conviviale

23 March 2024, Messina

Una folta rappresentanza della Delegazione con numerosi graditi ospiti ha visitato la trattoria Fratelli Borrello, nelle campagne di Sinagra sulle prime pendici dei monti Nebrodi, che ha proposto un menu compiutamente rispettoso della tradizione e della disponibilità di materie prime del territorio del suino nero.  Il Delegato ha introdotto la riunione conviviale intrattenendo brevemente l’accogliente sala gremita e riservata alla Delegazione (Foto 1) che ha espresso un’unanime valutazione di eccellenza. Numerosi e appropriati sono stati i commenti dei presenti che hanno stimolato anche un breve dibattito. La Consulta al completo, in accordo con i convinti e meritati applausi (Foto 2) , ha voluto consegnare a Borrello, allo chef e al suo aiuto il piatto d’argento dell’Accademia orgogliosamente e immediatamente esposto nel locale.

Delegazione Valdarno Fiorentino - riunione conviviale

22 March 2024, Strada in Chianti

La riunione conviviale della cultura si è tenuta presso il ristorante “Da Padellina” di Strada in Chianti, già insignito dall’Accademia con il Diploma di Buona Cucina, alla presenza di numerosi ospiti, tra i quali il giornalista Querusti de “La Nazione” e Beppe Cannici della Delegazione di Monaco di Baviera. In occasione del 450° anniversario della morte di Giorgio Vasari, il Simposiarca Ruggero Larco ha scelto come tema: “Giorgio Vasari: il salone dei Cinquecento e il banchetto del matrimonio di Maria de’ Medici”. Durante la serata Larco ha raccontato il personaggio, scrittore, pittore, architetto di fiducia di Cosimo de’ Medici e il ruolo che ebbe nella Firenze della seconda metà del Cinquecento. Ecco allora che il menù scelto per la serata richiama alcuni dei 72 piatti serviti, seppure con le necessarie rivisitazioni odierne: tartara di Fassona guarnita, gnudi olio e parmigiano, fusi di pollanche affagianati, carciofi ritti (carciofo violetto della Val di Cornia), crostata di arance con cioccolato caldo. Il convivio si è svolto in un ambiente riservato del ristorante, il Delegato Sandro Fusari ha moderato la serata che è risultata piacevole e interessante sia sotto l’aspetto gastronomico che culturale. A fine serata Sandro Fusari e Ruggero Larco hanno ringraziato Daniele Parenti e lo chef Francesco Cappelli donando loro un libro personalizzato su Giorgio Vasari.

Delegazione Budapest - riunione conviviale e consegna attestato di appartenenza

21 March 2024, Budapest

L’elegante cornice offerta dal ristorante “Ottimo” del Ritz Carlton Hotel ha fatto da sfondo alla riunione convivale della Delegazione di Budapest. Pienamente confermate le assolute qualità dello chef Moreno Miotto che con eccezionale sapienza culinaria e sotto l’attenta supervisione della Simposiarca Giovanna Mandato Leahy ha coniugato tradizione ed innovazione in un menù di alta cucina sia per preparazione sia per accurata selezione dei prodotti utilizzati. Il convivio è stata anche l’occasione per festeggiare i 35 anni di appartenenza del Delegato Onorario Alberto Tibaldi. L’Accademica Valentina de Marco ha tenuto un brillante intervento su “La cucina italiana di qualità all’estero tra tradizione e innovazione”. Servizio impeccabile. Ottimi i vini.

Delegazione Monferrato - riunione conviviale

21 March 2024, Casale Monferrato

Riunione conviviale della “FINANZIERA” della Delegazione del Monferrato che, grazie alla competenza de “Osteria Amarotto” di Casale Monferrato con in cucina Piero, sua moglie e le figlie, ha potuto godere di una serata semplice con i sapori tipici del Monferrato curati nel dettaglio a partire dagli squisiti friciulin, due varietà di salami, cotti appositamente dal ristoratore, e una Finanziera meravigliosa accompagnata dal flan. In chiusura zabaglione e Krumiri. Tra gli ospiti il Delegato di Ivrea Maurizio Giuseppe Rossi e altri appassionati del piatto di origine medioevale; il Delegato e Simposiarca Pietro Caire ha tratteggiato la storia e la tradizione della finanziera in Piemonte e nel Monferrato in particolare, cui è seguita una piacevole raccolta di ricordi di alcuni Accademici e ospiti.

Delegazione Novara - riunione conviviale

21 March 2024, Cureggio

  • Oscar Temporiti resp. Produttori Cipolla Bionada di Cureggio e Fontaneto
  • La titolare Raffaella Fortina Zanetta ed il cuoco Nicholas Termopolis ricevono l’applauso degli Accademici
  • menu
  • l’ottimo gelato con zabaione caldo

Riunione conviviale a “La Capuccina”, un elegante agriturismo in Cureggio, luogo di coltivazione della cipolla bionda di Cureggio e Fontaneto. Qui, in questa cascina del 1500, sapientemente recuperata e restaurata, è stata valorizzata e la cipolla coltivata sulle terre comprese tra i torrenti Agogna e Sizzone. Bionda, piatta, dolce, le tre parole che distinguono questa cipolla che ha un alto grado di digeribilità. A parlarne con entusiasmo il responsabile dei produttori, il giovane Oscar Temporiti, mentre l’Accademico onorario Giancarlo Andenna ha narrato la storia antica di questi luoghi. Gli Accademici sono stati accolti con garbo dalla titolare Raffaella Fortina, con tavole elegantemente apparecchiate. A tavola il cuoco Nicholas Termopolis ha preparato un particolare vitello tonnato, un uovo pochè con fonduta di toma Valsesiana e verdure croccanti, poi un dolce risotto pomodoro e cipolla bruciata, quindi fassona con il suo fondo e verdure dell’orto di casa, gelato al fiordilatte con zabaione caldo. Tutti i piatti sono stati cucinati con prodotti provenienti dalla Cascina La Capuccina, comprese carni, latte, uova. Anche i vini, ben abbinati, sono prodotti da vigneti poco distanti sempre di proprietà dell’agriturismo. Ottimo rapporto qualità prezzo.

Delegazione Cortina d'Ampezzo

20 March 2024, Cortina d'Ampezzo

  • Simposiarche Boccafogli e Alverà, la Delegata De Mattia, il Sindaco Lorenzi e Signora, la prof.ssa Pompanin e consorte
  • la Delegata De Mattia, la relatrice Prof.ssa Irene Pompanin e le Simposiarche Roberta Alverà e Giovanna Boccafogli

La riunione conviviale della cultura presso la Baita Piè Tofana è stata un vero e proprio viaggio dedicato alla storia, al gusto, alla rappresentazione artistica, sensoriale e simbolica dell’uovo.  Declinato in multiformi varietà nel suo essere ingrediente fisso dei piatti in tavola, l’uovo di gallina, la bottarga, il caviale di trota hanno impreziosito ricette ricche di armonia e fantasia. Sapori forti ed imprevedibili seguiti da gustosità delicate ed originali si sono susseguiti in un menu decisamente insolito che ha lasciato stupiti Accademici ed ospiti. Le Simposiarche Giovanna Boccafogli e Roberta Alverà ci hanno guidato nella storia di questo prezioso alimento, mentre la prof.ssa Irene Pompanin ha sviluppato il tema dell’uovo nella storia delle arti figurative e orafe.

Delegazione Londra - evento conviviale

19 March 2024, Londra

La Delegazione di Londra si è riunita nei caratteristici locali del Mercato Metropolitano, a Mayfair, per un gustoso apericena, formula già sperimentata con successo lo scorso anno. Una sessantina di persone ha trascorso la serata in grande convivialità, gustando piatti freddi e caldi, preparati al momento e serviti dai vari punti di cucina del Mercato, la cui filosofia è avere sotto un unico tetto diverse espressioni di cultura enogastronomica. Il Mercato ha due sedi a Londra e altre in diverse località nel mondo; quella di Londra Mayfair è stata realizzata all’interno della chiesa di San Marco, destinata ora ad attività commerciali, ma che mantiene il meraviglioso ambiente, esaltato dalle bellissime vetrate colorate e le navate alte con balconate che offrono una visione d’insieme molto caratteristica. I presenti hanno assaggiato taglieri di salumi e formaggi italiani con frutta fresca, serviti con grissini e focacce calde al rosmarino e olio di oliva, pizze appena sfornate di quattro tipi diversi, caserecce alla carbonara e gnocchi al pomodoro. Il Delegato ha ringraziato la Simposiarca, Consultrice Elena Parigi Adragna Klat, i proprietari e i dirigenti del Mercato Metropolitano per l’ottima accoglienza e servizio offerto all’Accademia.

Delegazione Miami - riunione conviviale

19 March 2024, Miami

Riunione conviviale presso il ristorante TOSCANA DIVINO con una larga partecipazione di Accademici. Il locale è un noto punto di riferimento per la collettività italiana ed americana, dove l'ottima qualità del cibo, unita ad un ambiente raffinato, costituisce la sua formula vincente. Il menu, ispirato alla cucina toscana, curato dallo chef Andrea Marchesin, ha rispettato le aspettative dei commensali. La famosa "fiorentina di 14 once" accompagnata dai contorni tipici toscani come i fagioli all'uccelletto, è stata la protagonista della serata. Un clima dolce ha permesso che la maggioranza potesse accomodarsi all'esterno del locale, riparato da una artistica tettoia. La serata è stata introdotta dal Delegato Antonio Pianta che ha anche introdotto i nuovi Accademici; ha poi ringraziato il proprietario Tommaso Morelato per la calorosa ospitalità che ha sempre riservato alla Delegazione. Lo chef Andrea Marchesin ha poi illustrato il criterio di scelta degli alimenti, privilegiando quelli organici di produzione locale. Come da tradizione, ogni commensale aveva un segnaposto con notizie storiche e gastronomiche relative alla cucina toscana.

Delegazione Sulmona - riunione conviviale

17 March 2024, Pescocostanzo

  • Accademici davanti alla Basilica di Santa Maria del Colle a Pescocostanzo
  • Accademici a tavola
  • Chitarrina verde al tartufo
  • Mozzarelline e crostini al burro di montagna e tartufo; Caciocavallo arrosto con tartufo

Per il mese della cultura la Delegazione di Sulmona ha organizzato una giornata da trascorrere nel meraviglioso paese di Pescocostanzo, a 1200 metri di altitudine, ricco di storia e di prodotti eccellenti. L'architetto Francesca Iannamorelli ci ha guidato alla scoperta della Basilica di Santa Maria del Colle risalente all'XI secolo. È seguita la riunione conviviale presso il ristorante Tre Frati ricavato in un antico convento. La Simposiarca, Alessia Caruso, ha selezionato un menù insieme al cuoco Davide, nel rispetto della territorialità: tartufo locale, formaggi lavorati a mano da casari del posto. Una giornata trascorsa all'insegna della convivialità e dell'amicizia.

Delegazione Crotone - riunione conviviale

16 March 2024, Crotone

La Delegazione di Crotone si è riunita per festeggiare l’ingresso di nuovi soci al ristorante “Porto vecchio”, banchina sud dell’antico approdo. È stata una serata all’insegna del buon gusto, di una misurata eleganza e per nulla formale e con numerosi ospiti tra cui S.E. Rev.ma Mons. Serafino Parisi, Vescovo di Lamezia, sempre presente alle iniziative della Delegazione di Crotone. La serata ha avuto due momenti: la cerimonia dell’ingresso dei nuovi soci, quindi la degustazione di un menu a base di prodotti locali accuratamente scelti. Ecco i sei nuovi Accademici accolti dal Delegato Sergio D’Ippolito al suo sesto anno di guida del sodalizio: Raffaele Librandi, Angela Grisi, Stano Zurlo, Dorina Bianchi, Giovanpaolo Lucifero, Antonio Giglio Verga. “La cucina italiana e i suoi prodotti – ha ricordato Sergio D’Ippolito – sono un bene prezioso che va difeso: ma da chi davvero ne conosce la storia e la cultura”. A sorpresa, poi, ha annunciato l’intervento dell’assessore regionale all’agricoltura Gianluca Gallo seguito dalla presentazione di due nuove opere del Maestro Gerardo Sacco, Accademico Onorario. Il Delegato Sergio D’Ippolito ha omaggiato l’assessore con il libro edito per i 70 anni di vita dell’Accademia. La preparazione delle pietanze con esclusivo utilizzo di prodotti e materie prime regionali è stata eseguita in maniera impeccabile dallo chef Claudio e dalla maestra di cucina Anna.

Delegazione Rieti - cinquantennale, convegno, consegna attestati di appartenenza

16 March 2024, Rieti

La Delegazione di Rieti ha festeggiato i cinquant’anni dalla costituzione, alla presenza del Prefetto di Rieti Pinuccia Niglio, del Sindaco di Rieti Daniele Sinibaldi, dell’Assessore Regionale Emanuela Rinaldi, dei Cons. reg. Eleonora Berni, del Presidente della Fondazione Varrone Mauro Trilli, del Capo Ufficio Comando Provinciale dei Carabinieri Ten. Col. Mariano Celi e degli Assessori Letizia Rosati, Claudia Chiarinelli e Giovanna Palomba. A festeggiare la Delegazione reatina erano presenti anche il Consigliere di Presidenza Ugo Serra, che ha portato i saluti del Presidente Paolo Petroni; i Delegati: Ugo Bellesi (Macerata), Fabio Ludovisi (Viterbo), Fabio Torresi (Fermo), Claudio Nacca (Roma Eur), Luca Cipiccia (Terni); il presidente Associazione Provinciale Cuochi Rieti Elia Grillotti e il Delegato Rieti AIS Roberto Peron. Il Delegato Francesco Maria Palomba ha ripercorso le tappe più significative di questi cinquant’anni di vita, dalla nascita - grazie ad una felice intuizione di Maria Giuseppina Truini Palomba che ha a lungo condotto la Delegazione - al lungo percorso che ha portato alla sua attuale situazione. Ha parlato poi della cucina sabina e fatto riferimento al potenziale culturale e turistico della provincia di Rieti. Dopo i saluti delle autorità, che hanno sottolineato l'importanza dell'Accademia nel contesto locale, la parola è passata ai relatori Roberto Lorenzetti, Enrico Martinoli, Stefano Petrucci e Gianfranco De Felici, moderati dal giornalista Paolo Di Lorenzo. La mattinata, apertasi con la cerimonia dell’annullo filatelico, creato per l’occasione, è proseguita presso il ristorante La Foresta. Nel corso del convivio è stato introdotto il neo Accademico Marco Faraglia e sono state premiate le Accademiche Maria Gabriella Campanelli Truini e Pasqua Leoncini Volpi per i loro quarant’anni di appartenenza al sodalizio.

Legazione Fortaleza - riunione conviviale

14 March 2024, Fortaleza

Serata conviviale presso “Pizzaria Italia da Gabriele”. Accolti con grande attenzione, gli Accademici di Fortaleza hanno avuto il piacere di assaggiare le prelibatezze dello “zio Gabriele” presente sul territorio da ormai 3 decadi. L’occasione è stata propizia per una degustazione dei vini di un nuovo distributore italiano che ha curato gli abbinamenti.

Delegazione Los Angeles - riunione conviviale

12 March 2024, Los Angeles

Si è tenuta a Los Angeles in un’atmosfera magica e cordiale un convivio dedicato alla sponsorizzazione della ‘Cucina Italiana’ come bene immateriale per l’umanità nella lista UNESCO. Processo iniziato lo scorso marzo il cui risultato sperato sarà l’anno prossimo. Sono intervenute come ospiti le Autorità italiane in loco: la Console Generale Raffaella Valentini, la Console Lorenza Errighi, la Direttrice dell‘ Ufficio ICE Alessandra Rainaldi. Inoltre è intervenuto l'Accademico di Parigi Montparnasse Andrea Fesi, specializzato in scienze dell’alimentazione, per una breve conferenza dal titolo “Ritratti storici della Cucina Italiana” focalizzata su  alcuni alimenti primari. La scelta del ristorante, per tale occasione, non poteva che essere Barrique – già premiato con Diploma Buona Cucina - con lo chef Antonio Murè. Tutti i commensali sono rimasti estremamente soddisfatti del menu. Le Simposiarche sono state: la Delegata Mariella Meiarini Salvatori e la Vice Delegata Paola Lorenzi che ha intervistato lo chef Antonio. Come ringraziamento per la  serata ben riuscita la Delegata gli ha consegnato allo chef il guidoncino accademico tra gli applausi di tutti i presenti.

Delegazione Trieste - riunione conviviale

11 March 2024, Trieste

  • sardoni impanati e in savor
  • branzino in court-bouillon, patate lesse tornite e rosa di Gorizia
  • Risotto in busara di scampi con mela verde e mandorle

Dopo la visita riservata alla Delegazione all’importante mostra di Van Gogh, si è passati alla tavola nello spirito della tradizione marinara triestina presso il ristorante Ai Fiori. Dopo i tre antipasti classici, il Simposiarca estetologo Smotlak ha preso lo spunto dei colori dei quadri per trattare i 5 sensi più 1 con i quali approfondire l’esperienza enogastronomica. Il Simposiarca Mulas ha tracciato la storia del vecchio savor dal 400 e del più nuovo alla busara dall’800 istro-dalmato. Piatto forte il branzino in court-boullion magistralmente cotto e profumato di mare che ha riscosso il più ampio plauso. Epilogo con la gloria austro-ungarica torta Rigojanci. Impeccabile il servizio, ottimi vini in abbinamento.

Delegazione Penisola Sorrentina - riunione conviviale

10 March 2024, Agerola

Pranzo dedicato alla cultura culinaria locale con celebrazione di sapori autentici e tradizione nella pizzeria Ai Galli ad Agerola (NA). Simposiarca il Consultore Alberto Pontecorvo. Da apprezzare innanzitutto la gentilezza e la disponibilità della famiglia Iovieno che gestisce con passione il locale. Ottima la degustazione delle pizze (praianese, ai galli, con cornicione ripieno di ricotta ed infine con pancetta e provolone del monaco) dopo un ricco antipasto con sfizi fritti e un tagliere di salumi a metro zero, serviti su focacce calde. Servito anche un ottimo vino rosso, di produzione propria, così come pomodori e verdure. Per finire zeppoline fritte calde con crema di nocciole, focacce con cioccolata e pere pennate caramellate, inoltre una squisita pastiera napoletana cotta nel forno a legna che ha chiuso in bellezza questo pranzo conviviale che gli Accademici e gli ospiti presenti hanno dimostrato di gradire particolarmente. Consegnati alla famiglia Iovieno quindi il piatto dell'Accademia in silver, un volume della Biblioteca di Cultura Gastronomica e la vetrofania dell'anno 2024.

Delegazione San Paolo Sud - riunione conviviale

5 March 2024, San Paolo

La Delegazione di San Paolo Sud si è ritrovata al ristorante Lillò per una cena sarda curata dallo chef Augusto Piras. La riunione conviviale, alla quale hanno preso parte 20 persone, è stata un successo. Una serata da ricordare. In foto: momenti conviviali. I piatti: fregola con polpo e patate novelle con fili di nero di seppia e polvere di bottarga di muggine; lorighittas di Morgongiori al ragù di agnello Cannonau e pomodorini arrostiti; filetto di cernia in manto di bietole e pasta violata con salsa al Vermentino e zuppa gallurese; duo di seadas al miele millefiori e biancomangiare all'algherese con crema di fichi.

Delegazione Washington D.C. - riunione conviviale

2 March 2024, Washington DC

Il pranzo al ristorante "Mamma Lena" è stato un vero successo con grande partecipazione da parte di tutti i commensali, non solo per la qualità del cibo, ma anche per l’ospitalità della chef Maddalena Borrello e del figlio Giovanni che hanno raccontato la loro storia e reso tutti gli Accademici partecipi del percorso da loro seguito. La chef, mamma Lena (Maddalena), ha raccontato anche come negli anni Ottanta fosse stata la cuoca di Giulio Andreotti ed altre personalità di rilievo a Roma, riportando tutti indietro nel tempo. Il locale è accogliente nella sua semplicità, con le tovaglie a quadri e i grissini torinesi sulla tavola, tutti particolari che hanno permesso agli Accademici di sentirsi a casa, pur essendo a migliaia di chilometri di distanza. Le portate, abbondanti, hanno riportato alla memoria la vera cucina casalinga, verace e tradizionale. Un particolare e unanime riconoscimento è andato alle pappardelle spezzate (fatte in casa) con le cozze, così come alla scarola con i fagioli. Meno soddisfazione per i dolci. Un pranzo riuscitissimo, grazie al buon cibo e all’accoglienza fantastica.

Delegazione Colonia - riunione conviviale

29 February 2024, Colonia

  • Accademici e ospiti
  • Le portate
  • Discorso del Simposiarca Natale di Rubbo
  • Consegna della vetrofania

Evento dedicato alla cultura culinaria partenopea con celebrazione di sapori autentici e tradizioni millenarie nella sede di Colonia della celebre Antica Pizzeria da Michele. Simposiarca l’Accademico Natale di Rubbo. La serata è iniziata con una selezione di fritti di terra, autentici capolavori della cucina partenopea. Croccanti e fragranti, i fritti hanno deliziato i palati ma il piatto forte della serata è stata la pizza, preparata secondo la tradizione impeccabile della Pizzeria da Michele. Solo due varianti erano offerte, la Margherita e la Marinara, rispettando la semplicità e l'autenticità che rendono la pizza napoletana un'icona culinaria globale. Per concludere in dolcezza, alcuni dei dolci tipici napoletani più prelibati: la sfogliatella e la delizia al limone. L'esplosione di sapori e profumi ha catturato l'essenza stessa della pasticceria napoletana. Il tutto è stato accompagnato dalla birra artigianale del Birrificio da Michele, che ha aggiunto un tocco di freschezza e vivacità alla serata. Ma non è stata solo una cena: è stata un'occasione per raccontare la storia e le tradizioni che si celano dietro i fritti di terra e la pizza napoletana. Un viaggio nel tempo e nello spazio attraverso i sapori e le tradizioni della vivace e affascinante Napoli, che ha lasciato un'impronta indelebile nei cuori e nei palati di tutti i presenti. Le valutazioni date dagli Accademici sono state soddisfacenti ed è stata pertanto consegnata la vetrofania del 2024.

Legazione Tokyo - riunione conviviale

27 February 2024, Tokyo

Una riunione conviviale lungamente rimandata nonostante la fama della trattoria “Dai Paesani” suggerisse una visita tempestiva. L’attesa ha accresciuto le aspettative che non sono state assolutamente deluse. Una cucina abruzzese semplice, di casa ma molto curata e ben equilibrata. Un abbinamento di vini, rigorosamente abruzzesi, ben pensato e ben riuscito. Un rapporto qualità e prezzo ottimo. Uno chef e patron, Davide Fabiano, che è piaciuto moltissimo per la competenza sia in cucina sia nella gestione dei commensali, sempre trattati come ospiti e mai come clienti. Molto apprezzati la ventricina dell’alto Vastese, servita tra gli antipasti, e gli spaghetti alla chitarra con ragù all’abruzzese, immancabili gli arrosticini. Hanno completato la splendida atmosfera un gruppo di Accademici e di amici felici di ricominciare le visite ai ristoranti. La serata si è conclusa con una degustazione a sorpresa di liquori abruzzesi fatti in casa, offerta dallo chef.