Tu sei qui

Dalle Delegazioni

CENA ECUMENICA 2022 - Mugello

20 Ottobre 2022, Borgo San Lorenzo

Ecumenica presso l’IIS “Chino Chini” di Borgo San Lorenzo (FI) con il conivolgimento di sette chef del territorio insieme agli studenti di più classi degli indirizzi di enogastronomia cucina, sala e accoglienza turistica. Dopo i saluti del prof. Filippo Margheri (foto 1) rappresentante dell’Istituto Alberghiero e l’introduzione alla serata da parte della Delegata Monica Sforzini (foto 1), è seguito un momento di approfondimento culturale a cura del vice Delegato Renzo Bartoloni (foto 2 sinistra), membro del CST Toscana est, che ha evidenziato l’importanza delle tradizioni della cucina contadina. Sette chef tra i più rappresentativi del territorio hanno composto il menu della serata, proponendo ciascuno un piatto della tradizione che ha rievocato antichi e genuini sapori. Durante la serata il brillante intervento del prof. Leonardo Romanelli (foto 2 destra), docente dell’Istituto Chini e scrittore che ha sottolineato l’importanza dell’Accademia e ha guidato tutti i partecipanti ad un’attenta riflessione sull’interpretazione del tema da parte degli chef partecipanti. Dopo la consegna agli studenti del piatto dell’Accademia e a tutti gli chef del piatto dell’anno (foto 3), ha chiuso il convivio, visibilmente commossa, la prof.ssa Carmelina Mupo.

CENA ECUMENICA 2022 - New York

20 Ottobre 2022, New York, Brooklyn

La scelta del locale per la cena ecumenica della Delegazione di New York è ricaduta su un ristorante a Brooklyn gestito dallo chef sardo Raffaele Solinas e focalizzato sulla cucina sarda, quindi particolarmente adatto al tema accademico dell’anno: "La Tavola del Contadino: il campo, il cortile, la stalla." Giustamente Brooklyn, una “contea” di New York che si riallaccia alle radici del nome “contadino”, in un locale dall’atmosfera giusta che ha ospitato l’evento nel “cortile” del ristorante, con tavola unica e comunale. L’Accademico Eugenio Perrier, anche lui sardo, ha relazionato sulle influenze storiche dell'isola con multiple occupazioni straniere, sulle origini gastronomiche della regione determinata più dall' entroterra che dal mare. Ogni piatto è stato accompagnato da un vino tipico sardo. Il Console Generale di New York Fabrizio Di Michele e signora hanno apprezzato molto la serata per l’ambiente altamente culturale e conviviale nel suo contesto tematico. Foto 1. Accademico Eugenio Perrier, chef Raffele Solinas, Console Generale Di Michele, Delegata Roberta Marini de Plano, Simposiarca Lucy Falcone. Foto 2. Momenti conviviali nel cortile. Foto 3. Roberta Marini de Plano con Kristen Baldeschi, sotto a destra Livia Baldeschi e a sinistra Cristiana Baldeschi. Foto 4. Menu e piatti.

CENA ECUMENICA 2022 - Novara

20 Ottobre 2022, Novara

Cena ecumenica della Delegazione di Novara organizzata nel ristorante “Orto in cucina” gestito da una Cooperativa sociale con l’obiettivo di reintrodurre nella socialità persone che vivono una situazione di disagio. Il ristorante dotato di un grande orto ha come cuoco Giovanni Ruggieri una promessa della ristorazione, collaboratore de La Cucina Italiana, vincitore del premio Identità Golose. Menu con piatti della tradizione novarese che rispecchiavano compiutamente il tema dell’anno. Relazione sul tema ecumenico curata dall’Accademica Giuseppina Gambaro, componente CST Piemonte. Una piacevole sorpresa con piatti ben presentati, ben cucinati con tecniche stellate. Foto 1. Il cuoco Giovanni Ruggieri riceve la vetrofania dal Delegato Piero Spaini. Foto 2. Petto d’anitra al rosa con cavolo viola e broccoletti. Foto 3. Brasato al nebbiolo su polenta morbida. Foto 4. Torta di nocciole con zabaione caldo.

CENA ECUMENICA 2022 - Parigi con Parigi Montparnasse

20 Ottobre 2022, Parigi

  • Accademici
  • Accademici
  • Lo chef Masia con il suo staff, i due Delegati, Accademici
  • Delegato Tino Callegari, Console Bianca Longobardi, Daniela Bastianeli

Grande serata al ristorante "Via del Campo" per la Cena Ecumenica che ha visto riunite le due Delegazioni presenti a Parigi. I due Simposiarchi e Delegati, Tino Callegari e Laura Giovenco Garrone, hanno saputo animare il convivio in un clima di serenità e amicizia.  Lo chef Enrico Masia ha presentato un percorso della cucina del contadino molto strutturato, innovativo e articolato, proponendo piatti dai sapori antichi. Fuori menu ha offerto ai presenti un piatto sardo speciale, difficilmente reperibile anche in Sardegna, presentato magistralmente da Gian Paolo Cossu, vice Delegato di Parigi Montparnasse: i "Filindeu in brodo", di solito di pecora e serviti per le grandi occasioni. Lo chef ha voluto quindi, con questo omaggio, sottolineare la particolarità di questa festa conviviale.  Entusiasti tutti gli Accademici delle due Delegazioni per essersi ritrovati e aver trascorso una piacevole serata. Presente la Vice Console Bianca Longobardi che ha portando i saluti della Console Generale che per impegni istituzionali presi in precedenza non ha potuto essere presente. Un ringraziamento da parte dei due Delegati a tutti i presenti allo chef Enrico e al suo staff con la promessa di ritrovarsi presto per altre importanti occasioni.

CENA ECUMENICA 2022 - Pescara

20 Ottobre 2022, Loreto Aprutino

Anche quest’anno la cena ecumenica ha trovato la sua sede ideale nel ristorante “La Bilancia” di Loreto Aprutino, che eccelle per genuinità e fedeltà alle tradizioni dell’entroterra abruzzese. Il tema della serata è stato trattato dal prof. Ernesto di Renzo dell’Università di Roma Tor Vergata, che ha affascinato il pubblico con una dissertazione dell’argomento in chiave storica e antropologica (Foto 1 e 2). La Simposiarca Patrizia Accorsi ha scelto un menu che esaltasse i tratti tipici della cucina contadina abruzzese, una cucina povera ma ingegnosa, prevalentemente vegetale, ove la carne, per lo più proveniente dall’allevamento di animali da cortile, era un lusso delle grandi occasioni. Il menu (Foto 3) si apre con la rievocazione de lu sdijune, tipica usanza degli agricoltori abruzzesi, che erano soliti consumare a metà mattinata un'abbondante merenda, a base di prodotti tipici del territorio, che li sostenesse nel duro lavoro dei campi. Al termine del convivio, il Delegato Giuseppe Fioritoni ha elogiato e ringraziato i coniugi Di Zio, titolari del ristorante, che sempre riservano a questo solenne momento accademico la stessa cura, anche dei piccoli dettagli, che si porrebbe alla organizzazione di un importante banchetto familiare (Foto 4).

CENA ECUMENICA 2022 - Ragusa

20 Ottobre 2022, Ragusa

Cena Ecumenica della Delegazione di Ragusa con taglio fortemente culturale per la presentazione di due libri: Pausa Pranzo di Giuseppe Leone, alla presenza dell’autore, e la Tavola del Contadino presentato da Alberto Fasiol, membro del CST. Alla presenza del Prefetto di Ragusa Ranieri e di numerosi Accademici e ospiti, il patron della Capinera, Maurizio, ha proposto una cucina del territorio dove hanno fatto mostra di sé i prodotti tipici e stagionali. Atmosfera delle grandi occasioni e vini in degustazione di altissimo pregio.

CENA ECUMENICA 2022 - Riccione-Cattolica

20 Ottobre 2022, Misano Adriatico

La Delegazione di Riccione-Cattolica ha condiviso la Cena Ecumenica 2022 con il Rotary Club Riccione Perla Verde e il Club 41 n° 26 di Riccione presso il ristorante “Il Mulino” di Misano Adriatico (foto 1 il Delegato Fabio Giavolucci con i presidenti delle due Associazioni). Oltre 90 persone, in un clima di allegria e festa, hanno partecipato alla cena (foto 2). Obiettivo della serata pienamente raggiunto: divulgare la conoscenza dell’Accademia, lo spirito e le finalità della Cena Ecumenica, proporre un menu interpretativo della cultura della civiltà contadina romagnola che si è trasferita dalle campagne alla costa adriatica negli anni 50 e 60 del 900. La serata si è aperta con una pièce teatrale “Volti e Voci della mia Gente” di e con Orietta Zamagni e Giancarlo Frisoni (foto 3) che ha raccontato e rappresentato le storie e le immagini delle persone dell’entroterra negli anni dal 40 ad oggi. Il menu è stato preparato dallo chef Pier Giorgio Parini e ha soddisfatto tutti gli intervenuti (foto 4, le portate). Sempre efficiente e professionale il servizio del ristorante per una serata molto intensa. Strepitosa e geniale la frittata con stridoli e cipollotti brasati e buonissimo il maialino in doppia cottura. Buonissima la zuppa inglese tradizionale.

CENA ECUMENICA 2022 - Rieti

20 Ottobre 2022, Rieti

Conviviale Ecumenica presso il ristorante Locanda Novecento di Rieti. La Simposiarca Valeria Lettera (foto 1), che ha anche contribuito alla redazione del volume “La tavola del contadino”, ha brillantemente illustrato il tema della serata, svoltasi alla presenza di numerosi Accademici, autorità locali e importanti ospiti (foto 2). Molto apprezzato il menu, sapientemente preparato dalla cuoca Sabrina Paleotti, mentre la sala è stata gestita dalla sorella Simona. La scelta del locale non è stata affatto casuale: la cucina della Locanda Novecento riporta alla mente le nonne di una volta che gestivano la cucina di casa, trasformando le ricchezze della terra in cibi gustosi. Da non dimenticare, le tante contaminazioni culinarie evidenti nel reatino derivate dagli scambi tra gli abitanti delle pianure e colline e quelli dei monti che, anticamente, ricorrevano spesso al baratto. Tipico era lo scambio tra olio e patate o legumi, per i quali addirittura ogni anno capitava fossero localmente fissati i rapporti di cambio. È stato volutamente inserito nel menu un risotto, cucinato con una erba spontanea, la pastinaca, a ricordare che molta della popolazione reatina è originaria del Veneto, da dove si è trasferita ad inizio novecento quando fu aperta la SNIA Viscosa. Sabrina ha voluto regalare agli Accademici e agli ospiti due pizze tipiche delle case contadine di una volta, la pizza somma e la pizza ’nfrasca, entrambe molto gradite. In foto 3. Il Delegato Francesco Maria Palomba.

CENA ECUMENICA 2022 - Rovigo-Adria-Chioggia

20 Ottobre 2022, Bellombra

  • La presentazione della cena
  • La relazione del prof. Paolo Rigoni
  • Il Delegato e il Simposiarca con la signora Maria Romana Rigoni

Nel verde della campagna polesana da 53 anni si trova la trattoria “alla Rosa” gestita dalla famiglia Rigoni e il locale si è rivelato la scelta giusta per sviluppare al meglio il tema della cena ecumenica. Il menu, scelto dal Simposiarca Giovanni Battista Scarpari su proposta della signora Maria Romana Rigoni ed arricchito dall’ interessantissima relazione del prof. Paolo Rigoni, è stato molto apprezzato fin dall’inizio con la riproposta di un piatto dimenticato, la “formaiella con cipolla”, che costituiva la cena del contadino accompagnata dai “coari” con i formaggi, dei piccoli pani fritti che ne costituivano la merenda. Poi sono seguiti i cappellacci con verze e pancetta, la faraona coi funghi e l’anitra arrosto. Varie verdure, sempre presenti nelle tavole di campagna, hanno accompagnato le carni e quindi la cena si è chiusa con alcuni dolci di stagione come la “fugassa”, la “pinsa de patate mericane” e i classici “sugoli” preparati con il mosto di uva fragola. Nel suo commento finale il Delegato Golfetti ha elogiato la fedeltà alla tradizione e l’impegno con cui è stato affrontato l’argomento della cena, per cui meritatissimi applausi hanno accompagnato la consegna del libro sul tema dell’anno al relatore Rigoni e quella del piatto dell’Accademia alla signora Maria Romana.

CENA ECUMENICA 2022 - San Marino

20 Ottobre 2022, San Marino

  • Stefano Piva, Cesare Tabarrini, Andrea Negri, Ilaria Cecere, Elisabetta Righi Iwanejko

Il Delegato di San Marino Andrea Negri e i Simposiarchi Stefano Piva e Cesare Tabarrini, con Maria Quadrelli titolare dell'Antica Trattoria Ugolini - già nota per i suoi menu legati alla tradizione - hanno saputo ben interpretare il tema della cena ecumenica, molto apprezzata dagli Accademici presenti. La serata, come sempre trascorsa in un clima di sincera amicizia, è stata caratterizzata dal rinnovarsi dei ricordi, delle memorie di un passato che la cucina contadina, nata povera, nella sua semplicità ha saputo inventarsi con ingegno e tanta fantasia così come testimoniano le ricette pubblicate nell'ultimo volume della Biblioteca di cultura gastronomica. Foto 1. Consulta della Delegazione con Accademica Ilaria Cecere. Foto 2. In alto, Accademiche Maria Teresa Muscioni e Biancamaria Toccagni; in basso, Maria Quadrelli dell'Antica Trattoria Ugolini con Segretario Elisabetta Righi Iwanejko. Foto 3. Delegato Negri e Accademici. Foto 4. I piatti serviti.

CENA ECUMENICA 2022 - Santiago del Cile

20 Ottobre 2022, Santiago del Cile

Cena Ecumenica della Delegazione cilena presso il ristorante Pastamore, gestito dallo chef torinese Ennio Carota. Presenti il Delegato Alessandro Bizzarri, la Vice Delegata Floria Orsini, la Segretaria Patricia Angelini, il Tesoriere Enrique Sacchetti, il Consultore Tiberio Dall’Olio e sette Accademici con rispettivi accompagnatori. Lo chef e proprietario ha dato inizio alla serata con una breve spiegazione del menu composto da antipasto di bruschetta, porchetta e caponata; risotto alle fave e asparagi; confit d’anatra con contorno di patate al rosmarino e fagiolini. Per finire pere al vino e parmigiano. Anche in questa occasione, l’amicizia e la buona conversazione sulle tematiche care all'Accademia hanno caratterizzato l’incontro conviviale.

CENA ECUMENICA 2022 - Sciacca

20 Ottobre 2022, Sciacca

Convivio ecumenico della Delegazione di Sciacca presso l’agriturismo “Giorno e notte”. Il menu, concordato con i Simposiarchi, ha rispettato la tradizione culinaria contadina del territorio. Dopo l’apertura del Delegato, che ha illustrato il significato della cena ecumenica, la titolare ha accompagnato gli ospiti nel cortile coperto del locale, dove, circondati da strumenti dell’antica tradizione contadina hanno gustato un ricco antipasto con pane cunzatu, olive e pomodori, salsiccia secca, semi stagionato con marmellata di arance, panelle con farina di ceci, polpette di pane casereccio su letto di cipolle caramellate, frittatine di asparagi bieta e cicoria, insalata di arance, finocchio gratinato, melenzane stufate, uova affumicate, trippa, ricotta miele e mandarino, il tutto accompagnato da fette di pane ai cereali. In un secondo momento, nella sala, tra rami di erbe aromatiche, sono stati serviti il primo piatto e i secondi: maccheroni al sugo della nonna, stinco, spiedini, insalata verde. La cena si è conclusa con fichi d’India e melone giallo siciliano e un gustosissimo cannolo.

CENA ECUMENICA 2022 - Siracusa

20 Ottobre 2022, Siracusa

Cena Ecumenica 2022 presso l'Agriturismo "Case Damma", numerosi gli Accademici presenti che hanno apprezzato le pietanze proposte in tavola, gustose e realizzate con prodotti appena raccolti. Simposiarca il Delegato Angelo Tamburini che ha presentato e poi distribuito agli Accademici il volume ''La Tavola del Contadino - Il Campo, il Cortile, la Stalla nella cucina della tradizione regionale''. Graditi ospiti, il Consultore della Delegazione di Torino Jean Claude Passerin d' Entreves con la moglie Annalisa, che hanno particolarmente gradito la cena e la totale sintonia con il tema dell’anno. Infine, dopo il brindisi all'Accademia, la consegna della Vetrofania 2022 ai Proprietari Chimirri e Conigliaro.

CENA ECUMENICA 2022 - Sulmona

20 Ottobre 2022, Anversa degli Abruzzi 

Per la Cena Ecumenica la Consulta di Sulmona, per interpretare al meglio il tema dell'anno, ha scelto il Bioagriturismo "La Porta dei Parchi" ad Anversa degli Abruzzi all'interno di un'azienda agricola di antiche tradizioni collocata nella valle del Sagittario in un ambiente naturale meraviglioso. Le portate servite, apprezzatissime, tutte della tradizione contadina e con prodotti a km0 dell'azienda agricola. Foto 1. L'Accademico Gianni Febbo illustra il significato della Cena Ecumenica. Foto 2. Il pastore abruzzese Nunzio Marcelli, titolare della azienda agricola, relaziona sul tema della serata. Foto 3. Il Delegato e la brigata di cucina.

CENA ECUMENICA 2022 - Svizzera Italiana

20 Ottobre 2022, Manno

Il Grotto dell’Ortiga della famiglia Mazzoleni a Manno ha accolto la Delegazione per la cena ecumenica 2022. Il menu è stato studiato dalla Consulta con il Simposiarca Davide Barca, prestando particolare attenzione ai prodotti di prima qualità del territorio. Ospite della serata il Dr. Ing. Agr. ETH Sem Genini, Responsabile dell’Unione Contadini Ticinesi (UCT) che ha parlato con grande competenza dei temi: L’agricoltura ticinese e il Centro di Competenze Agroalimentari Ticino. La serata ha riscosso un grande successo tra gli Accademici presenti. Foto 1. Da sinistra, Il Simposiarca Davide Barca, l’ospite Sem Genini e il Delegato Emilio Casati. Foto 2. Il menu. Foto 3. Uccelli scappati con Risotto allo zafferano. Foto 4. Brasato di manzo BIO della Tenuta Spinello di Sessa al Merlot con Polenta di mais BIO (Bassetti) e mais rosso del Mulino di Bruzzella.

CENA ECUMENICA 2022 - Terre Modenesi

20 Ottobre 2022, Marano sul Panaro

Simposiarca dell’annuale convivio sul tema “La Tavola del contadino” è stata Anna Maria Costanzini che ben conosce l’Agriturismo e Acetaia Sereni di Marano sul Panaro. Visitandolo, conoscendone i prodotti (le paste e i dolci sono fatti in casa, le verdure e le erbe aromatiche provengono dagli orti distanti qualche metro dai tavoli, l’olio extravergine di oliva è autoprodotto nell’Azienda Agricola così come l’aceto balsamico di Modena proposto in tanti diversi invecchiamenti e fragranze) è nato spontaneo un sottotitolo che in due parole indica un ideale e impegnativo percorso da conoscere e sottolineare “Dal podere all’agriturismo”. L’Accademico Luca Pizzirani (1) ha relazionato su usi e costumi storici della coltivazione dell’olivo nelle colline di Campiglio. Una degustazione su bruschetta calda con olio appena franto (foto 2) guidata dai proprietari Sereni, ha introdotto all’assaggio di piatti tradizionali riproposti in attualità con il piacere di tutti (foto 3). A conclusione della gradevole serata è stato distribuito agli Accademici il tradizionale e apprezzatissimo libro sull’argomento dell’anno e la Delegata Rosalba Caffo Dallari ha consegnato il meritato guidoncino e la rivista al titolare e agli chef dell’agriturismo (foto 4).

CENA ECUMENICA 2022 - Utrecht

20 Ottobre 2022, Druten

Sotto la guida del Simposiarca Rob Cozzi, la cena ecumenica 2022 è stata celebrata presso un ristorante visitato per la prima volta dagli Accademici di Utrecht. Angelo Sciacchitano, patron e chef del ristorante Retrogusto, seguito dal suo staff, ha confermato con la sua bravura la scelta giusta del locale per questo importante evento. Lo chef, di origine siciliana, è riuscito a portare ad alto livello piatti essenzialmente semplici con un servizio veramente impeccabile. Eccellente lo stuzzichino di caponata siciliana con, a seguire, una polenta ben arrostita con salsiccia siciliana ineccepibile. Come primo è stato servito un delizioso risotto alla zucca servito perfettamente al dente. Il secondo ha anche ottenuto dei grandi consensi: guance di maiale ai funghi porcini accompagnate da un indimenticabile purè di patate. A chiusura, una torta caprese fatta in casa così come anche la focaccia perfetta ad inizio pasto. Gli ottimi vini serviti in perfetto abbinamento al menu servito.

CENA ECUMENICA 2022 - Val d'Ossola

20 Ottobre 2022, Viceno di Crodo

È stata una cena ecumenica indimenticabile quella che la Delegazione della Val d’Ossola, guidata da Paolo Rossi, ha vissuto al ristorante Edelweiss a Viceno di Crodo, avendo come ospite il noto critico gastronomico Edoardo Raspelli, di casa nel ristorante dello chef Ugo Facciola. “Grazie ad Edoardo Raspelli e alla sua passione per il formaggio Bettelmatt" hanno commentato gli Accademici "l’Ossola ha trovato un posto in primo piano nelle dispense delle più rinomate cucine e gastronomie di tutto il mondo, ha preso coraggio e consapevolezza, ed in pochi anni sono spuntate nuove produzioni e nuove offerte per residenti e turisti che arricchiscono il territorio”. E proprio delle tre “T” che lo guidano nei suoi giudizi ha parlato Edoardo Raspelli: “Terra, territorio e tradizione, che troviamo ben rappresentati nei piatti dello chef Facciola all’Edelweiss, per me, da sempre, il migliore ristorante tipico ossolano”. In foto 4, dal menu: risotto di zucca con blu di Formazza e guanciale croccante; anatra all’arancia con patate di Viceno e verdure di stagione a km 0; torta di ricotta di Viceno con cialda e gelato e frutti di bosco.

CENA ECUMENICA 2022 - Vercelli

20 Ottobre 2022, Crescentino

  • Fratelli Bruera con Delegata Bernascone e sindaco Vittorio Ferrero
  • Delegata, Accademico Massimo Calliera e Rodolfo Viazzo.jpg

Il Ristorante Archigusto di Crescentino ha interpretato al meglio il tema dell’anno “La tavola del contadino. Il campo, il cortile, la stalla”, congeniale alla Delegazione di Vercelli in quanto la cucina contadina, povera ma piena d’inventiva, è tradizionale per le nostre tavole. Lo chef Enrico Bruera per la Cena Ecumenica ha elaborato un menu che si è aperto con un piatto povero ma molto diffuso nelle campagne vercellesi: la panada, con pane raffermo, brodo e altri sapori. Il menu ha visto poi l’impiego dell’animale da cortile per eccellenza, la gallina, e l’ortaggio più diffuso, la cipolla. Ecco poi l'elemento principe dei nostri campi: il riso Carnaroli combinato con il re del cortile, il maiale. Non poteva mancare la nobile faraona, che, per la sua carne prelibata, era il piatto forte della domenica o del pranzo di Natale. A chiudere la timballa: un dolce tipico locale, una frolla con farina di mais ripiena di un composto con pere cotte nel vino rosso. Una selezione di piatti che ha celebrato degnamente l'evento più importante dell'anno per l’Accademia. Nel corso della serata è stato celebrato l'ingresso del nuovo Accademico Massimo Calliera.

CENA ECUMENICA 2022 - Verona

20 Ottobre 2022, Montecchia di Crosara

La Delegazione di Verona ha celebrato la cena ecumenica 2022 tra le vallate dell'est Veronese. Il Simposiarca Emanuele Battaglia ha organizzato con grande maestria il convivio presso il ristorante Al Callianino di Montecchia di Crosara. Il locale accogliente ha uno stile minimal, ricorda i ristoranti del nord Europa, in particolare Copenaghen. Il giovane cuoco Alberto Mori vanta alcune esperienze in locali significativi della zona e la sua cucina è caratterizzata da un connubio di fantasia, qualità e professionalità. Da segnalare, la battuta di Neanderthal e la lasagna gratinata al forno con ragù di cortile. Nel corso della serata è intervenuto il prof. Antonio Ferrieri, promotore di numerosi convegni ed eventi sulla cultura del cibo e del vino, relazionato con il mondo dell'arte e dei profumi. Serata magistralmente condotta dal Vice Delegato Luca Nadalini.

CENA ECUMENICA 2022 -Ferrara

20 Ottobre 2022, Ferrara

La Delegazione di Ferrara ha celebrato la Cena Ecumenica del 2022 nella suggestiva cornice del ristorante “Castello di Fossadalbero”, situato nella omonima delizia estense. Con un caloroso saluto di apertura, il Delegato Luca Padovani ha salutato Accademici e ospiti e ha introdotto il tema della serata: “La tavola del Contadino. Il campo, il cortile, la stalla nella cucina della tradizione regionale”. Il primo Simposiarca, Antonio Bragaglia, ha descritto il menu della serata evidenziando come la selezione dei piatti e degli ingredienti rappresentasse la declinazione ferrarese del titolo dell’evento. L’attenta scelta dei vini, curata dall’altro Simposiarca Paolo Rollo, ha fatto da degno contraltare ai sapori forti e schietti del menu ed ha valorizzato al meglio la qualità della cucina. Ai presenti è stato consegnato l’ultimo volume della Biblioteca di Cultura Gastronomica. L’unanime plauso degli Accademici per il lavoro svolto ha accompagnato la onclusione la serata in una armoniosa atmosfera di amicizia.

CENA ECUMENICA 2022- Valdarno Fiorentino

20 Ottobre 2022, Greve in Chianti

  • Un momento conviviale
  • Tra il Delegato e il Simposiarca: la titolare L. Gasperini e i cuochi G. Muca e S. Bertini

Convivio ecumenico presso l’Agriturismo Terre di Baccio in Greve in Chianti, nella suggestiva “Orangerie” dove, insieme agli Accademici del Valdarno Fiorentino, hanno preso posto ai tavoli anche la titolare Lara Gasperini con alcuni suoi ospiti che, durante la serata, hanno ricordato simpatici momenti di vita della tradizione contadina del territorio. Tutto ciò ha contribuito ad una accoglienza della Delegazione molto calorosa e familiare. La serata è stata brillantemente curata dal Simposiarca Max Ferranti, che ha commentato con dovizia di particolari i piatti scelti. Dal collo ripieno servito con salsa verde ad una profumata minestra di pane con le verdure dell’orto cui è seguito il piatto forte, pollo alla cacciatora accompagnato da rape saltate. Per dessert, delicate frittelle di castagne con ricotta. Tutto il menu, cucinato in modo impeccabile dal cuoco Gentian Muca, coadiuvato per l’occasione dal cuoco Stefano Bertini dell’Oliostreia “La Terrazza” di Greve in Chianti, ha ottenuto una valutazione ottima. Al termine della serata il Delegato Sandro Fusari e il Simposiarca Max Ferranti hanno voluto ringraziare la titolare e gli chef con il piattino ricordo del decennale della Delegazione e con la pubblicazione sul tema dell'anno.

Delegazione Sulmona - consegna Premio "Massimo Alberini"

14 Ottobre 2022,

La Delegazione di Sulmona ha consegnato, nella Sala Consiliare del Comune di Castel di Sangro, il Premio Massimo Alberini alla ditta Ciro Flagella Rosso da Amare. Alla presenza di numerosi Accademici, del Sindaco e Presidente della Provincia Angelo Caruso, dei consiglieri comunali e di un numeroso pubblico. Un momento istituzionale importante. Foto 1. Il Delegato espone le motivazioni del Premio. Foto 2. Consegna del Premio. Foto 3. Il Delegato dona al Sindaco la pubblicazione “Storia della cucina italiana a fumetti”.

Delegazione Cosenza – riunione conviviale

9 Ottobre 2022,

Si è tenuta in uno degli angoli più belli e suggestivi della Calabria la riunione conviviale d’autunno organizzata dalla Delegazione di Cosenza presso la Tenuta Ferrocinto a Castrovillari. Partendo dalle vigne con sullo sfondo la moderna cantina, l’antico fortilizio e il massiccio del Pollino, gli Accademici hanno avuto modo di assistere ad un momento di vendemmia (foto 1 e 2). Guidati dall’enologo e dal titolare della cantina Ferrocinto tra i filari dei vigneti sperimentali per il recupero di vitigni autoctoni, si è giunti alla barricaia e al locale di affinamento dello spumante metodo classico, con sboccatura effettuata al momento. La bella e panoramica sala del ristorante annesso ha costituito l’ideale cornice del momento conviviale con finale all’aperto dedicato ai dolci di territorio. Ospiti per l’occasione, il presidente regionale dell’AIS Antonio Fusco che ha parlato degli accostamenti tra cibo e vino, l’Assessore Regionale all’Agricoltura Gianluca Gallo, il giornalista gastronomico Gianfranco Manfredi. La conversazione con l’Accademico Perciaccante (foto 3) e la consegna del diploma al nuovo Accademico Francesco Valentini (foto 4) hanno concluso la piacevole giornata.

Delegazione Sulmona - consegna Premio "Massimo Alberini"

5 Ottobre 2022,

Consegnato il 5 ottobre 2022 nella Sala Consiliare del Comune di Pratola Peligna, dalla Delegazione di Sulmona, il Premio Massimo Alberini all'Apicoltura Colle Salera. Foto 1. Il Delegato Giovanni Maria D'Amario, il Sindaco Antonella Di Nino, la Vice Delegata Maria Carmela Petrucci e l'Accademico Gianvincenzo D'Andrea. Foto 2. La consegna del Premio. Foto 3. Il Delegato dona al Sindaco di Pratola Peligna il Volume "Storia della cucina italiana a fumetti".