Tu sei qui

Dalle Delegazioni

Delegazione Budapest - riunione conviviale e passaggio della campana

11 Dicembre 2021,

La Delegazione di Budapest quest'anno ha rinnovato la tradizione del “Gala degli Auguri 2021” presso il prestigioso Grand Hotel Royal Corinthia. Di risonanza nell’ambito delle festività natalizie a Budapest come preminente occasione di eleganza “all’italiana”, l’evento ha richiamato anche quest’anno una straordinaria partecipazione di Accademici e ospiti tra i quali S.E Manuel Jacoangeli Ambasciatore d’Italia e S.E Michael Blume Nunzio Apostolico. È stata questa la cornice nella quale, attraverso il tradizionale passaggio delle campana, Michele Fasciano ha assunto il ruolo di Delegato, seguendo nella guida della Delegazione Alberto Tibaldi che ha svolto il suo importante ruolo per più di undici anni coronati da molteplici attività di grande impatto e di indubbio valore (foto 1 da sinistra Tibaldi e Fasciano). Dopo i tradizionali saluti dell’Ambasciatore e l’apostolica benedizione impartita dal Nunzio, è stato ufficialmente introdotto il nuovo Accademico Simon Skottowe (foto 2 da sinistra: S.E. Ambasciatore Manuel Jacoangeli; Accademico Skottowe e Delegato Fasciano). La serata ha riscosso un enorme successo grazie anche alla collaborazione preziosa della Vice Delegata Maria Carmela Gaetani Aronica e del general manager dell’Hotel Jonathan Pace e del suo staff che, con assoluta disponibilità e dedizione, hanno dato un vero tocco di classe alla serata. Il menu presentato, raffinato e di alta cucina, si è articolato in diverse portate di pesce e di carne con una combinazione di sapori veramente sopraffina. Il tutto, abbinato all’eccellenza dei vini presentati ed al servizio impeccabile, ha reso il Gala degli Auguri un evento che ha suscitato il plauso incondizionato di tutti i presenti (foto 3 e 4).

Delegazione Fermo - riunione conviviale

11 Dicembre 2021,

L'occasione dello scambio degli auguri di Natale rappresenta uno dei momenti più sentiti per la Delegazione fermana. Per celebrare l'evento è stata scelta una location di grande fascino e prestigio, VIlla Bonaparte, che Gerolamo Bonaparte fece edificare per il proprio soggiorno a Porto San Giorgio. Al calar della sera Accademici e amici si sono dati appuntamento presso il salone delle feste finemente adorno degli addobbi natalizi per un aperitivo e un primo brindisi beneaugurante in attesa di comporsi tutti a tavola. Menu di pesce coordinato e studiato dal Simposiarca Cristofaro La Corte e ottimamente eseguito dallo staff di Gianni Lamponi titolare della Top Catering e ristorante Minonda. Gradimento dei convenuti per le crudità servite cui sono seguite triglie marinate, carpaccio di polipo e mazzancolle al vapore. Dopo i maccheroncini di Campofilone al ragù bianco di pesce e i ravioloni al sugo di canocchie, grandissimo apprezzamento dei commensali per l'ottima spigola al sale. Amandovulo, dolce della tradizione sangiorgese, per finire, e brindisi con l'ottimo Mont'illì, offerto dal Simposiarca insieme a dolcetti siciliani a tradire le sue origini. La buona tavola, la bellezza dell'ambiente e la finezza dell'apparecchiatura e degli addobbi sono stati solo degni complementi del caldo clima di convivialità e di amicizia che ha pervaso la serata rendendola speciale e, come nelle aspettative, perfettamente interprete dello spirito del Natale.

Delegazione Messina - riunione conviviale

11 Dicembre 2021,

Le Delegazione di Messina si è incontrata, per lo scambio degli auguri, presso l’ultratrentennale ristorante Antica Filanda di Capri Leone a un centinaio di chilometri da Messina. Anche per quest’anno il regalo per gli Accademici sarà l’offerta del pranzo di Natale a più di cinquanta persone meno fortunate. Vastissima è stata la partecipazione di Accademici (Foto 1) ospitati in tutta sicurezza nella vasta e accogliente sala riservata alla Delegazione. La riunione conviviale è stata onorata dall’intervento del Consigliere di Presidenza Ugo Serra (Foto 2) accompagnato dalla sua gentile consorte e ha riscosso un gradimento unanime che ha toccato, specie per gli innovativi antipasti - quali il cannolo di tartare, il flan di porcini e l’uovo panato al tartufo nero dei Nebrodi - valutazioni unanimi di assoluta eccellenza. Il tartufo nero (foto 4) ha profumato ed esaltato le accurate preparazioni cucinarie, tutte unanimemente apprezzate e costruttivamente discusse da molti degli Accademici. L’Antica Filanda riesce a mantenere costante nei decenni la sua altissima qualità, sancita dalla consegna del piatto d’argento a Nunzio Campisi da parte della Consulta (Giovanni Rossi, Trimarchi, Ragusa, Faranda, Borda Bossana) e di Ugo Serra (foto 3).

Delegazione Sulmona - presentazione volume "Storia della cucina italiana a fumetti"

10 Dicembre 2021,

Il libro edito dall’Accademia Italiana della Cucina “Storia della Cucina Italiana a fumetti. Dalle tagliatelle etrusche al tiramisù” è stato presentato dalla Delegazione di Sulmona agli studenti dell'istituto Alberghiero E. De Panfilis di Roccaraso. Dopo i saluti del dirigente scolastico Cinzia D'Altorio, del Delegato di Sulmona Gianni D'Amario (foto 1) e del Coordinatore Nicola D'Auria (foto 2), il Direttore del Centro studi territoriale dell’Abruzzo, Maurizio Adezio, ha illustrato il libro. Ha moderato l’intervento l'Accademia Rosa Giammarco (Adezio e Giammarco in foto 2). Il Vice Presidente vicario Mimmo D'Alessio ha concluso l'incontro. Una giornata intensa, a contatto con il cibo e la gastronomia, nel luogo giusto dove si studia, si impara, si fa pratica e ci si prepara alla professione.

Delegazione Valdarno Fiorentino - riunione conviviale

10 Dicembre 2021,

Si è svolta al ristorante Il Borroncino di Reggello la riunione conviviale degli auguri della Delegazione del Valdarno Fiorentino, organizzata dal Simposiarca Roberto Livi. Il tema è stato la cucina tradizionale toscana, in armonia con lo spirito dell'evento natalizio che evoca la famiglia e la tradizione. Il percorso della serata ha riportato dunque ai sapori e agli aromi della "cucina di casa", come la chiamava Pellegrino Artusi. Dopo il brindisi di benvenuto con crostini, affettati misti e bollicine, si sono susseguiti ravioli con burro e salvia, tagliatelle al ragù, un apprezzatissimo gran girarrosto magistralmente preparato dallo chef Timoteo Cherici con patate di Avezzano e verdurine fritte e, per finire, zuppa inglese servita con un ottimo Aleatico di Gradoli. Al termine della serata il Delegato Sandro Fusari, il Simposiarca e Ruggero Larco hanno consegnato a Luciano e Timoteo Cherici alcuni volumi dell'Accademia. Foto 1. Un momento della serata. Foto 2. Da sinistra, Sandro Fusari, Luciano Cherici, Timoteo Cherici, Ruggero Larco, Roberto Livi. Foto 3. I primi piatti e il dolce. Foto 4. Il gran girarrosto.

Delegazione Garfagnana-Val di Serchio - riunione conviviale

9 Dicembre 2021,

Per la tradizionale festa degli auguri della Delegazione è stato scelto il ristorante "Il Pozzo" a Pieve Fosciana (LU), tra i più affidabili del territorio, che offre un’ampia scelta di specialità garfagnine, rivisitate con un tocco di modernità. La Simposiarca Vassiliki Lambrou ha organizzato la serata con la presenza di una presentatrice-attrice, Paola Tognini, che ha declamato alcune poesie sulla Garfagnana. Tra le varie portate il Delegato Ezio Pierotti ha ricordato gli incontri effettuati nell'anno, con gli auguri per un 2022 migliore. Tra i presenti Franco Milli, Direttore del Centro Studi territoriale Toscana ovest.

Delegazione Mugello – riunione conviviale

9 Dicembre 2021,

Per l'atteso scambio degli auguri la Delegazione del Mugello si è ritrovata presso l’Antica Osteria di Montecarelli, in località Montecarelli a Barberino di Mugello (FI), dove un tempo si trovava una vecchia stazione di posta. Gli Accademici hanno potuto degustare piatti della tradizione preparati con passione e grande abilità da Paola Giovannardi insieme al figlio Samuele. Il menu è stato accuratamente selezionato dal Simposiarca Renzo Bartoloni che durante il convivio, in qualità di membro del Centro Studi della Toscana Est, ha presentato il tema del nuovo anno. Una serata molto piacevole che gli Accademici in compagnia dei coniugi e di alcuni ospiti hanno potuto trascorrere nelle accoglienti salette con i camini accesi dell’Antica Osteria, immersi nell’atmosfera di una volta. Foto 1. Un momento della serata. Foto 2. Il Simposiarca Bartoloni illustra il menu. Foto 3. La consegna della vetrofania e del volume "Storia della cucina italiana a fumetti" ai ristoratori. Da sinistra la Delegata Monica Sforzini, Paola Giovannardi e il figlio Samuele.  Foto 4. Alcuni dei piatti serviti (zuppa di ceci, tortellini fatti in casa in brodo di gallina; baldanzoni con salsa di porri e caprino; brasato con purea di patate). 

Delegazione Rovereto e Garda Trentino - riunione conviviale

9 Dicembre 2021,

Conviviale natalizia della Delegazione di Rovereto e del Garda Trentino presso il Ristorante “Il Re della Busa” dell’Hotel Lido Palace a Riva del Garda, con la presenza della Delegata della Spezia Marinella Curre Caporuscio, del Vice Delegato di Alto Milanese Ivo Andrea Bergamo Andreis, del Commissario del Governo per la Provincia di Trento Prefetto Gianfranco Bernabei, del Sindaco del Comune di Riva del Garda Cristina Santi, del Direttore dell’APT Garda Dolomiti SpA Oskar Swhwazer e del Direttore del quotidiano “l’Adige” Alberto Faustini. Nelle foto, l’investitura delle due nuove Accademiche Donatella Mattano e Angela Romagnoli; due piatti, molto apprezzati: crema di zucca con speck e burrata; guancetta di vitello brasata al San Leonardo su spuma di patate e finferli.

Delegazione Sabbioneta-Terre Destra Oglio – riunione conviviale, consegna Premi e iniziativa

9 Dicembre 2021,

La Delegazione di Sabbioneta-Terre Destra Oglio ha inteso dare particolare risalto alla riunione conviviale di dicembre che tradizionalmente rappresenta l’occasione per lo scambio di doni e auguri di Natale. L’evento si è tenuto presso il Ristorante di Villa Cantoni Marca, una residenza storica già sede di albergo e annesso ristorante, ristrutturato di recente. In questa location molto piacevole il giovane chef Francesco Ricciuto e la compagna Miriam, maître di sala, hanno accolto entusiasti la prima visita dell’Accademia Italiana della Cucina. Oltre alla presenza di tutti gli Accademici e di gran parte dei famigliari, la serata ha visto la partecipazione di numerosi ospiti. Si è voluto infatti celebrare in un’unica occasione i destinatari dei vari premi assegnati nel 2021: Premio “Massimo Alberini” a Massimo Danini di “Danini Carni” per l’eccellenza e la costanza dei prodotti; Premio “Dino Villani” a Mario Valli di “GAM S.r.l.” per la Mostarda Viadanese; Premio “Dino Villani” a Ernesto Grazzi di “Grazzi Salumi” per i Ciccioli frolli. Altro appuntamento importante della serata è stato rappresentato dal dono, alle biblioteche civiche, del volume “Storia della cucina italiana a fumetti” edito dall’Accademia. I sindaci dei rispettivi Comuni di Sabbioneta, Commessaggio e Viadana hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa di cui hanno condiviso la finalità culturale. Le biblioteche degli altri Comuni del territorio della Delegazione saranno raggiunte prossimamente. La qualità del menu, la curiosità, l’interesse per finalità e scopi dell’Accademia nonché la convivialità dei presenti hanno dato sostanza ad una iniziativa ben riuscita.   

Delegazione Rovigo-Adria-Chioggia - riunione conviviale

8 Dicembre 2021,

Nel bel ristorante nato dall’osteria in cui nel 1867 Garibaldi si fermò a mangiare e che da allora prese il suo nome ("Garibaldi", Sottomarina di Chioggia), si è tenuto il pranzo degli auguri della Delegazione di Rovigo-Adria-Chioggia con un menu impostato dai Simposiarchi Sergio Schiavon e Giorgio Vianelli sui piatti tradizionali del territorio. Il pranzo ha ottenuto ottime valutazioni anche per la cortesia e la precisione del servizio e la qualità dell’ ambiente che ha la bella caratteristica di avere la cucina a vista. Tutti i piatti sono stati molto apprezzati ma i voti più alti sono andati alle nerissime seppie in “tecia” con la polenta bianca, al perfetto fritto di laguna e ad una personale e ben riuscita interpretazione della sbrisolona con lo zabaione. Meritati applausi hanno salutato lo chef Nelson Meneghello e la sua brigata di sala e cucina alla fine del pranzo durante il quale è stata anche presentata la nuova Accademica Gina Bordin. Foto 1. Il Delegato Giorgio Golfetti con la nuova Accademica Gina Bordin. Foto 2. Il menu. Foto 3. I bolliti della tradizione lagunare.

Delegazione Svizzera Italiana - riunione conviviale

7 Dicembre 2021,

Per concludere questo speciale anno accademico, i Consultori della Delegazione Svizzera Italiana hanno organizzato la sesta e ultima cena conviviale del 2021 presso l’Hotel Splendide Royal a Lugano. La serata ha rivestito una particolare importanza in quanto durante la stessa sono stati accolti tre nuovi Accademici ed è stato consegnato il premio Giovanni Nuvoletti 2021 all’executive chef Domenico Ruberto. Ospiti della serata sono stati: la sig.ra Cinzia Stuppia (direttrice della “Giuseppe Giglia SA Marrons Glacés” che proprio quest’anno ha festeggiato il proprio centenario) e il Consigliere di Stato del Cantone Ticino, on. Norman Gobbi. La serata si è svolta in piena sicurezza ed ha riscosso un grande successo. Foto 1. I nuovi Accademici: in alto il Console Generale Gabriele Meucci (onorario), Angelo Bondi (a sinistra), Francesco Colella (a destra). Foto 2. Domenico Ruberto (premio Giovanni Nuvoletti 2021). Foto 3: Gli ospiti: Cinzia Stuppia (in alto), il Consigliere di Stato del Cantone Ticino, on. Norman Gobbi (in basso). Foto 4. Il menu e alcuni piatti.

Delegazione Vercelli - riunione conviviale

6 Dicembre 2021,

In occasione del convivio degli auguri della Delegazione di Vercelli presso la Locanda del Bue Rosso, la Delegata Paola Bernascone, presente il Coordinatore territoriale Piemonte Est Piero Spaini, ha dato il benvenuto ai due nuovi Accademici Luca Vannelli e Gian Maria Gagna. La riunione conviviale è stata molto partecipata e la Delegata, lieta nel ritrovarsi in presenza, ha ricordato quanto fatto dalla Delegazione anche in piena pandemia con gli eventi on line. Si è poi passati agli approfondimenti culturali e gastronomici sull’origine del buffet, sul servizio alla russa, sull’introduzione del menu e sull’attuale e molto diffuso servizio all’italiana: semplice da eseguire, veloce, informale, il cibo viene disposto direttamente in cucina nei piatti che vengono serviti in tavola da un cameriere. La Delegata ha poi omaggiato con un cadeau tutti gli Accademici: un grembiule da cucina, ricamato con il logo dell’Accademia. Foto 1. Piero Spaini CT Piemonte Est, Paola Bernascone Delegata di Vercelli, Eraldo Botta Presidente della Provincia di Vercelli. Foto 2. Accademico Gian Maria Gagna. Foto 3. Accademico Luca Vannelli.

Delegazione Borgo Val di Taro - riunione conviviale

5 Dicembre 2021,

La Delegazione di Borgo Val di Taro si è riunita per il convivio degli auguri presso il ristorante "Da Rino" a Berceto; in questa occasione ha ricordato il libro di G. Ballarini "Alla Parmigiana - Stile di una Cucina come Cultura". Durante l'incontro conviviale ci si è soffermati su come il bosco e il sottobosco costituiscano un patrimonio gastronomico di tutto rilievo e a tale riguardo si è sottolineato il riconoscimento europeo, IGP, attribuito al fungo porcino di Borgo Val di Taro, unico ad averlo in Italia. Le pietanze servite hanno ricalcato i temi rappresentati identificando il territorio e le sue tipicità. Foto 1. Presentazione della riunione conviviale. Foto 2. Tortino ai porcini; torta fritta servita con culatello. Foto 3. Anolini in brodo; Tortelli di castagne con ricotta.

Delegazioni Atri, Chieti, Pescara Aternum – riunione conviviale

5 Dicembre 2021,

Una sala piena di colori e soprattutto di voglia di far festa ha accolto, presso il ristorante “Giardino degli Ulivi” di Rosciano (PE), le Delegazioni di Atri, Chieti e Pescara Aternum, guidate rispettivamente da Antonio Moscianese Santori, Nicola D'Auria e Giuseppe Di Giovacchino, che hanno deciso di unirsi per gli auguri di Natale. La giornata, a cui ha preso parte anche il Vice Presidente vicario Mimmo D’Alessio (in foto 1 con i tre Delegati e la brigata di cucina), è stata dedicata al tema “Solennità stagionali e personaggi culturali. Una nota sul pranzo natalizio” esposto con grande competenza dalla prof.ssa Eide Spedicato (in foto 2), già professore associato di Sociologia generale all'Università degli Studi “Gabriele d’Annunzio” di Chieti-Pescara. Per le tre Delegazioni, sei sono stati i Simposiarchi dell’evento, due per ogni Delegazione (Patrizia Giosuè e Aurelio Menozzi pe Atri, Erminia Ariosto e Maria Luisa Abate per Pescara Aternum, Maura Amoroso e Gerardo di Cola per Chieti). La riunione conviviale è stata preceduta dalla celebrazione della messa nella chiesa di San Sebastiano Martire in frazione Villareia di Cepagatti ed è stata officiata da mons. Michele Fiorentino, Legato dell'Accademia Italiana della Cucina per lo Stato Città del Vaticano (in foto 3 con i tre Delegati e il Vice Presidente vicario).

Delegazione Sulmona - riunione conviviale

4 Dicembre 2021,

La Delegazione di Sulmona si è ritrovata al ristorante La Maestria di Introdacqua (AQ) per la cena conviviale degli auguri. Un incontro che ha visto coniugare la buona cucina a momenti culturali, alla presenza di numerosi ospiti e autorità per il consueto scambio degli auguri. Foto 1. Il Delegato Gianni D’Amario e la Simposiarca Carmela Petrucci. Foto 2. L’Accademico Gianvincenzo D'Andrea durante la sua relazione sulle tradizioni culinarie natalizie. Foto 3. Il Delegato con i cuochi. Foto 3. Piatti e menu. 

Delegazione Biella - riunione conviviale

3 Dicembre 2021,

La cena degli auguri di Biella si è svolta presso il ristorante di pesce Regallo. Lo chef Ravinetto propone pesce fresco e materie prime di alta qualità abbinati a sapori inconsueti. Dopo i saluti iniziali della Delegata Marialuisa Bertotto, il Simposiarca Renato Zorio (foto 1) ha illustrato il tema della serata “Seguendo l'Acqua”, ossia un percorso sensoriale dato dall'incontro dei pesci dalla sorgente al mare. Al termine della cena la Delegata Bertotto si è complimentata con lo chef Claudio Ravinetto e la maitre di sala Chiara Prior per la buona riuscita del convivio che ha entusiasmato i commensali ed ha offerto loro un omaggio, il grembiule della Delegazione (foto 2).

Delegazione Reggio Emilia - consegna Premio “Dino Villani"

1 Dicembre 2021,

La Consulta della Delegazione reggiana ha consegnato al sig. Riccardo Benetti, titolare della storica “Bottega Broletto”, il prestigioso premio “Dino Villani” 2021 per un prodotto conosciuto e usato da tutti in città: il pesto dolce per ripieno. Per la produzione di questo pesto la bottega è il luogo dei ricordi dei sapori della città e da sempre è riconosciuta come il luogo dove trovare le specialità dolci del territorio (spongate tipiche reggiane, biscioni reggiani, amaretti) . Questo pesto, usato per la farcitura dei tortellini fritti dolci, segue un disciplinare di produzione antichissimo, che parte con la raccolta, insieme al mosto della recente vendemmia, delle pere nobili e delle mele cotogne. Poi i canditi, l’uvetta passita, caffè, castagne e mille altri segreti che si aggiungono fino a dicembre, seguendo l’evolversi della stagione e prendendo da ogni mese i frutti necessari alla costruzione di questo storico amalgama. Poiché tale ripieno è una tradizione consolidata del territorio, è interessante notare che ancora oggi è abitudine delle famiglie reggiane produrne una parte in casa e poi aggiungere, al proprio, il pesto della Bottega Broletto per recuperare un sapore che è uno dei più identitari della provincia.

Delegazione Ascoli Piceno - riunione conviviale

28 Novembre 2021,

Riunione conviviale dedicata al Sommo Poeta Dante Alighieri nel 700° anno dalla sua morte, egregiamente organizzata dal Simposiarca Luciano Vesperini, studioso dantista, presso la "Locanda centimetro zero" in loc. Pagliare (AP), così denominata perché gli ingredienti impiegati dallo chef Paolo Fusco sono tutti prodotti e coltivati in terreni ubicati nelle vicinanze della Locanda e di proprietà della stessa. Particolarità è che la locanda è gestita da una Cooperativa sociale con finalità di inserimento nel mondo del lavoro di giovani disabili che lavorano e si formano all'interno dell'esercizio di ristorazione, servendo, con grande simpatia, la clientela (in foto 1 con il Delegato Ricci). Tra gli invitati, il Questore della provincia di Ascoli Piceno dott. Alessio Cesareo che ha avuto parole di ammirazione per il lavoro portato avanti dalla Locanda (in foto 2 con il Delegato). Una nota particolare, la realizzazione di una sedia che riporta nella spalliera una frase a sostegno della disabilità, sedia donata al Presidente Mattarella, il quale, nel messaggio di fine d'anno, l'ha citata integralmente.

VI SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA NEL MONDO - Cosenza

28 Novembre 2021,

Sono otto i premi nazionali che l’Accademia Italiana della Cucina ha assegnato negli anni 2020 e 2021 a ristoratori, produttori ed esercizi commerciali della provincia di Cosenza su proposta della Delegazione locale. I premi sono stati consegnati nel corso dell’evento organizzato dalla Delegazione presso il Palazzo della Provincia di Cosenza (foto 1), promosso in occasione della VI Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, sul tema "La cucina di territorio tra tipicità, tradizione e sostenibilità”. Al tavolo dei relatori il Delegato Rosario Branda, il Sindaco di Cosenza Franz Caruso, il Presidente della Provincia Franco Iacucci, Paolo Marchi, ideatore e conduttore di Identità Golose, il Direttore del Centro Studi territoriale dell’Accademia Ottavio Cavalcanti, l’Assessore regionale all’Agricoltura Gianluca Gallo (foto 2). In particolare sono stati consegnati (foto 3) il premio “Dino Villani" all’azienda salumificio San Vincenzo per la “Sopressata di suino nero di Calabria dop” e all’azienda Ruffolo per il “Caciocavallo silano dop”; il Premio "Massimo Alberini" all’azienda Amarelli Fabbrica di Liquirizia e all’Agricola Campoverde; il Premio “Giovanni Nuvoletti” agli chef Gaetano Alia de La Locanda di Alia di Castrovillari ed Emanuele Lecce de La Tavernetta di Camigliatello Silano ed, infine, il Diploma di Buona Cucina agli chef Michele Rizzo del ristorante Agorà di Rende e Palmino Raffo del Sabbia d’Oro di Belvedere Marittimo. Impegnati nel progetto gli studenti e i docenti dell'Istituto Alberghiero “Mancini-Tommasi” di Cosenza guidati dalla dirigente Graziella Cammalleri (Foto 4).

VI SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA NEL MONDO - Londra

28 Novembre 2021,

Ricca programmazione di eventi per la Delegazione di Londra in occasione della VI Settimana della Cucina Italiana nel Mondo. Il 23 novembre si è tenuta la tavola rotunda “Mens sana in corpore sano: nutrizione, psicologia e immaginazione per aiutarci a superare la pandemia”, con la partecipazione di illustri ospiti e una presenza virtuale di un pubblico numeroso. Con moderatore il Delegato di Londra e vice Presidente dell’Accademia Maurizio Fazzari, hanno partecipato: Antonio Metastasio (Legato di Cambridge, consulente psichiatra per enti governativi e privati); Federica Amati (medico nutrizionista); Luigi Gnudi (Accademico di Londra, professore di Diabetologia e Malattie Metaboliche); Giancarlo Caldesi (ristoratore, titolare della scuola di cucina Caldesi). In foto 1. Il Delegato con i relatori scientifici. Il 24 novembre, presso la Scuola Italiana, con il patrocinio del Consolato Generale, Maurizio Fazzari ha presentato il volume dell’Accademia ”Storia della cucina italiana a fumetti“ riscuotendo molto successo e interesse tra i presenti. L’evento è stato introdotto dal Console Generale Marco Villani e moderato dalla preside Ines Saltalamacchia (foto 2). Il Delegato Fazzari ha preso parte ed è intervenuto anche in occasione della masterclass dello chef Francesco Mazzei per gli alunni del corso di scienze agroalimentari della Westlondon University promosso dall’Italian Trade Agency (foto 3). A conclusione della Settimana, la Delegazione ha ospitato il Gala conclusivo negli splendidi locali di Theo Randall, già premiato con il Diploma di Buona Cucina. Simposiarca della serata la Vicedelegata Sidney Ross che ha interpretato con maestria questo evento (foto 4).

VI SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA NEL MONDO - Tokyo

28 Novembre 2021,

Numerosi e di grande spessore gli eventi organizzati in Giappone per la VI edizione della Settimana. A Tokyo, la manifestazione si è aperta con la conferenza stampa presso l’Ambasciata Italiana a Tokyo (foto 1). Alla presenza di un importante numero di giornalisti, l’Ambasciatore SE Gianluigi Benedetti ha presentato le iniziative con l’intervento di Italian Trade Office, Camera di Commercio Italiana e della Legazione di Tokyo della Accademia Italiana della Cucina. Primo evento organizzato dalla Legazione è stato il webinar “Sustainability and Traditional Italiana Cuisine”, patrocinato dall’Ambasciata italiana e con l’intervento introduttivo di SE Benedetti e, per l’Accademia, del Segretario Generale Roberto Ariani. Dopo i saluti iniziali e una introduzione al tema della Legata Emanuela Orighi è intervenuto lo chef Simone Cantafio della Stüa de Michil in Corvara che ha illustrato il proprio approccio sostenibile in una cucina professionale; a seguire hanno presentato i propri progetti Food Loss Bank con “Ugly Love”, Chefs for the Blue che porta avanti una campagna sulla pesca sostenibile, la community Eas-Y Green e Green-Will. A marcare il concetto di sostenibilità, la riunione conviviale sulla cucina italiana interpretata in chiave vegana dallo chef Kotaro Noda del ristorante Faro Shiseido che ha suscitato molto apprezzamento nei commensali (foto 2 il menu). Sempre guidati dal tema di quest’anno e in collaborazione con l’associazione Chefs for the Blue e chef di cucina Italiana a Tokyo, è nato un booklet di ricette sostenibili di cucina familiare distribuito in formato digitale in lingua italiana e giapponese. La Legazione ha poi presentato presso il rinomato Nutrition Hattori College la sua attività sul territorio e, anche quest’anno, era nella giuria del GranConcorso di Cucina organizzato dalla Camera di Commercio Italiana in Giappone. Le attività si sono concluse a dicembre con il convivio Goloso Dante presso il ristorante DiGiorgio (foto 3) in cui si sono degustati piatti ispirati alla Divina Commedia e alla cucina medievale. Al patron del ristorante Giorgio Matera è stato nell’occasione consegnato il premio Giovanni Nuvoletti (foto 4).

VI SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA NEL MONDO - Singapore-Malaysia-Indonesia

27 Novembre 2021,

La Delegazione di Singapore-Malaysia-Indonesia si è riunita presso il Ristorante ART per celebrare la VI Settimana della Cucina Italiana nel Mondo con un evento organizzato in cinque diverse serate che hanno visto riuniti cinque Accademici ognuna. Come da tradizione, è stato scelto il ristorante a cui è stato riconosciuto per l’anno in corso il Diploma di Buona Cucina (2021). Per l'occasione, lo chef Daniele Sperindio ha preparato un menu ad hoc, particolarmente gradito da tutti gli ospiti, che ha rispecchiato il tema della Settimana “Tradizione e prospettive della cucina italiana: capire e ottimizzare la sostenibilità alimentare”. I cinque Simposiarchi delle serate - Paola Morris, Davide Muzio, Elena Simmen e Gionata Bosco - guidati dal Consultore Giacomo Clerici, hanno intrattenuto gli ospiti con interventi culturali focalizzati su Dieta Mediterranea, Sostenibilità e Agricoltura Biodinamica. Durante il convivio del 26 novembre il vice Delegato Alberto Martinelli ha dato il benvenuto a S.E. l’Ambasciatore d’Italia a Singapore Mario Andrea Vattani, da poco nominato Accademico onorario, a cui sono state consegnate le insegne dell’Accademia. L’Ambasciatore Vattani ha espresso parole di ringraziamento per la gradita e calorosa accoglienza manifestando anche vivo interesse per i contributi culturali della serata.

VI SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA NEL MONDO - Sofia

27 Novembre 2021,

La cucina ispirata all’epoca e all’opera di Dante è stato il tema più adatto  per concludere a Sofia la VI Settimana della Cucina Italiana nel mondo e l’anno dedicato a Dante nei 700 anni dalla sua morte. Su invito della Delegata Penka Nesheva, è arrivato da Arezzo lo chef Shady Hasbun, famoso per la partecipazione a numerosi programmi televisivi RAI, l’insegnamento presso scuole e accademie e la scrittura di libri. Alla masterclass tenutasi il giorno precedente presso la HRC Culinary Academy e alla cena ufficiale, lo chef Shady ha presentato il libro “La cucina di Dante e Boccaccio. Saggio storico e ricette ritrovate” di cui è coautore. Il menu è stato realizzato con l’aiuto degli studenti della HRC Culinary Academy. Nella sala con cucina a vista del ristorante Talents sono state servite pietanze fatte con prodotti caratteristici dell’epoca di Dante. Ciascun piatto è stato accompagnato da un vino speciale accuratamente selezionato dalla sommelier Fabiana Botan e 100% Italiano. A creare un’atmosfera autentica sono stati Dante e Beatrice stessi e la lettura di brani scelti dalla “Divina commedia”. La famosa cantante lirica Raina Infantino ha dato alla lettura particolare eleganza e finezza. La cena si è conclusa con un fragoroso applauso allo chef Shady e all'ottima organizzazione dell'evento.

VI SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA NEL MONDO - Parigi Montparnasse con Canicattì

26 Novembre 2021,

Per la VI edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, le Delegazioni di Parigi Montparnasse e Canicattì hanno collaborato attivamente con il Consolato Generale d'Italia a Parigi per la preparazione, lo svolgimento e la realizzazione dell'evento "Tra versi e pietanze prelibate. A tavola con Dante e Sciascia" che ha voluto onorare contemporaneamente il Sommo Poeta Dante Alighieri e lo scrittore Leonardo Sciascia. La conferenza e la master class hanno avuto luogo presso il liceo alberghiero G. Tirel di Parigi, riscuotendo un grande successo e con la piena soddisfazione di organizzatori, collaboratori ed intervenuti. Hanno partecipato all'evento, tra l’altro, sia gli alunni delle scuole alberghiere di Canicattì e di Parigi per la preparazione del grandioso ricevimento offerto dopo la conferenza sia gli alunni del liceo italiano a Parigi e linguistico di Canicattì per decantare, durante la conferenza, versi degli autori, collegati al tema scelto. Foto 1. La Delegata di Parigi Montparnasse Laura Giovenco Garrone apre ufficialmente l'evento. Foto 2. Alunni dell'Euroform di Canicattì. Foto 3-4. La Delegata di Canicattì e membro della Consulta accademica Rosa Cartella.

Delegazione Rimini - riunione conviviale

25 Novembre 2021,

La Delegazione di Rimini ha organizzato una cena dedicata a Francesca da Rimini nell’ambito di una serie di eventi culturali che vedono protagonista il personaggio più noto e amato della Divina Commedia nel settimo centenario della morte di Dante. Il convivio “A tavola con Francesca” è stato realizzato in collaborazione con l’Istituto Alberghiero S. P. Malatesta di Rimini, luogo in cui si è svolto l’evento grazie alla disponibilità della dirigente Ornella Scaringi. Il curioso menu che si è assunto come linea guida della serata è conservato al Museo Teatrale del Burcardo e rievoca una cena del 1950 ispirata alla tragedia Francesca da Rimini di Gabriele D’Annunzio del 1902. Lo chef Marco Rossi e gli allievi dell’Istituto hanno rielaborato i piatti con sensibilità gastronomica componendo una proposta di ricette coerenti e appetibili al tempo stesso. La Delegata Luisa Maria Bartolotti ha illustrato la storia del menu e il lavoro di ricerca svolto per l’attribuzione, lo chef Marco Rossi ha spiegato e argomentato la scelta dei vari piatti dando la possibilità anche ai ragazzi di spiegarne la realizzazione. Tutte le portate di ottimo livello sono state apprezzate e applaudite. Impeccabile anche il servizio dei ragazzi in sala. Numerosa la partecipazione degli Accademici e degli ospiti alla serata decisamente ben riuscita.